I prezzi dell’oro sono in calo mentre l’accordo commerciale USA-Cina aumenta la propensione al rischio

I prezzi dell’oro sono in calo mentre l’accordo commerciale USA-Cina aumenta la propensione al rischio

I prezzi dell'oro sono scesi per chiudere il 2020 poiché il patto commerciale USA-Cina sembra aver aumentato la prospettiva di una strategia di investimento meno rischiosa nel prossimo futuro. Se si ritiene che il perseguimento da parte della Federal Reserve di incrementare il proprio stock di attività, in particolare le proprie obbligazioni, vendendo attività abbia avuto un effetto destabilizzante sul sistema finanziario, la minaccia rappresentata dal nuovo accordo commerciale fornirà ulteriore impulso agli investitori iniziare a cercare modi alternativi per proteggere i propri soldi in futuro.

Le banche centrali e le altre autorità finanziarie di tutto il mondo hanno indicato la minaccia rappresentata dalla crisi del credito globale come il principale fattore che contribuisce a incoraggiare gli investitori a rivolgersi a investimenti più rischiosi. Stanno facendo tentativi di rafforzare la loro posizione mentre la Federal Reserve si blocca da qualsiasi espansione monetaria su vasta scala.

Un certo numero di commentatori ritiene che il livello del dollaro su cui si basa l'attuale indice dei prezzi dell'oro possa essere un indicatore negativo, sebbene ciò sia difficile da vedere nel caso della politica della FED di acquistare ingenti quantità di titoli del tesoro USA per generare un cuscino per gli istituti finanziari contro ulteriori shock finanziari. Non è stata ancora presa una decisione su quando la FED potrebbe iniziare ad aumentare la base monetaria negli Stati Uniti, anche se è improbabile che lo sia dopo il dibattito sul tetto del debito al Congresso.

L'oro è stato l'unica risorsa finanziaria che ha resistito al mutamento economico e politico e il suo prezzo continua a salire nonostante tutta l'incertezza che lo circonda. La domanda che si pone ora è se è possibile prevedere con precisione i prezzi dell'oro senza l'influenza della Federal Reserve o la minaccia che influenzerà il comportamento del mercato in modo da compromettere l'acquisto di altre classi di attività.

L'oro è stato visto come una parte molto preziosa dell'economia e come un bene vitale per quei mercati finanziari, che svolgono un ruolo critico nel modo in cui l'economia opera. È un prodotto relativamente stabile che non può essere facilmente manipolato da altri investitori e ha mantenuto il suo valore molto meglio di alcuni degli altri prodotti finanziari molto volatili.

Tuttavia, la preoccupazione della Federal Reserve per l'indebolimento del dollaro USA ha dato all'oro un ulteriore impulso in quanto è diventato più facile per gli investitori acquistare valuta estera e materie prime, che hanno entrambi iniziato a salire di prezzo. È un risultato diretto degli sforzi della Federal Reserve per aumentare il costo del prestito per le banche, in quanto indebolisce il mercato iniettando un po 'del proprio denaro nel processo.

Questi sforzi hanno influenzato il potere d'acquisto di singoli e grandi banche, creando una situazione in cui si è verificata una situazione in cui gli investitori possono acquistare entrambi i derivati ​​d'oro. Gli investitori possono beneficiare dell'aumento dei prezzi nei mercati dell'oro e delle materie prime acquistando il proprio oro a margine, che è un altro modo per acquistare oro e materie prime.

Il prezzo dei derivati ​​su oro è più chiaramente definito come una sorta di contratto assicurativo tra il venditore e l'acquirente. Sebbene sia coinvolto un premio finanziario, è importante rendersi conto che il prezzo dell'oro è determinato dal livello del dollaro USA su cui è negoziato, con la minaccia del rafforzamento del dollaro statunitense che crea una forte forza deflazionistica sul mercato, in quanto rende la negoziazione in altre valute, in particolare in Cina, una proposta più rischiosa.

La Global Depository Clearing Corporation non è un elemento del sistema della Federal Reserve, ma è diventata una forza relativamente potente negli ultimi dieci anni. È nel vero senso di un'entità specializzata con l'autorità di creare e trasferire contratti che consentono lo scambio di valute, nonché l'acquisto e la vendita di oro.

L'oro non è controllato dalle banche centrali, ma continua a muoversi contro la direzione degli scambi sul mercato azionario. Poiché il valore reale e percepito del dollaro rimane forte e il valore di altre materie prime rimane debole, si prevede che gli investitori continueranno a investire in oro per proteggersi dai rischi finanziari.

Ciò può aiutare a collocare la FED in una posizione di forza nei mercati del credito, ma ci saranno domande da porre sulla misura in cui ciò può essere raggiunto. nel contesto della diminuzione dell'economia.