Euro a rischio sulla posizione dell’UE sulla sovranità digitale, USD Eyes Stimulus Talks

Euro a rischio sulla posizione dell’UE sulla sovranità digitale, USD Eyes Stimulus Talks

La recente posizione dell'Euro a rischio sulla sovranità digitale dell'UE da parte dell'Unione europea, combinata con il piano di stimolo della Federal Reserve statunitense, ha mandato il mercato in tilt, con l'EUR / USD in caduta libera e l'EUR / JPY che si avvicina a una prospettiva ribassista. Nel frattempo, i funzionari europei hanno avvertito di ulteriori azioni qualora i valori dell'euro continuassero a diminuire, così come se le condizioni economiche non migliorassero. Inoltre, il Parlamento europeo ha ora chiesto una riunione di emergenza di tutte le 27 nazioni dell'UE, per discutere della crisi.

Ma perché c'è una risposta così immediata da parte dell'UE? Sebbene la Commissione europea e il Parlamento europeo affermino entrambi che i valori dell'euro non sono negoziabili, un esame più attento delle loro argomentazioni potrebbe indicare una motivazione diversa.

Regole del mercato unico digitale, come quelle di Stati Uniti, Australia, Canada, Giappone e Corea del Sud, che consentono a ciascun paese membro di emanare la propria legislazione nazionale per attuare leggi sulla protezione dei consumatori e sulla privacy. L'Unione europea ha tentato senza successo di adottare tali regole. Per questo motivo, i funzionari europei hanno sollecitato altri membri dell'UE ad adottare regole simili per proteggere i cittadini e la privacy degli utenti di Internet.

Le regole del mercato unico digitale includono anche il diritto di regolamentare l'accesso a Internet, promuovere la concorrenza online, promuovere gli investimenti online, promuovere l'istruzione online, promuovere l'occupazione online, promuovere gli acquisti online, fornire servizi pubblici online e proteggere la proprietà intellettuale. Ma non è sufficiente affermare semplicemente l'intento di queste norme. L'UE ha costantemente omesso di far rispettare le sue regole, nonostante abbia chiesto ai membri dell'UE di farlo, nonostante abbia approvato un'ampia varietà di controversie "anti-trust" e leggi sul copyright. La Commissione ha inoltre omesso di intentare un'azione legale contro le società che risultano aver abusato della loro posizione dominante nel settore.

Ad esempio, le norme dell'UE sul diritto alla privacy sono state approvate per la prima volta nel 2020 ma la Commissione non le ha applicate. Perché? Sembra che la Commissione avesse paura di farli rispettare, perché avrebbe provocato una nuova ondata di regolamentazione per le imprese che avevano già iniziato ad attuarli. Di conseguenza, le aziende sono state in grado di aggirare il sistema, senza essere ostacolate.

Inoltre, le norme dell'UE sul diritto alla privacy non sono più valide se le imprese hanno sede in un paese terzo. Ciò ha portato alcuni governi a non richiedere che un'azienda operi nel loro paese se possono farlo legalmente da un altro paese. Una tale politica potrebbe non sembrare giusta per i cittadini dei paesi dell'UE in cui le persone sono state prese di mira per crimini commessi su Internet o gratuitamente. Potrebbe anche aprire altri problemi all'UE.

Se confrontato con il Federal Stimulus Plan degli Stati Uniti, la posizione dell'UE nei confronti della sua valuta è forse sorprendente. Tuttavia, l'UE è ancora nel processo di formulazione del settore bancario e ha indicato che continuerà a farlo. Sebbene sia vero che la Banca centrale europea ha assunto una posizione più proattiva verso lo stimolo dell'economia, anche il fatto che l'UE non sia ancora pronta ad approvare le proprie leggi bancarie è preoccupante.

Con gli Stati Uniti, la posizione dell'Unione Europea è ancora in ritardo, ma potrebbe essere dovuto al fatto che le azioni della Banca Centrale Europea non sono sufficienti a stimolare l'economia nella stessa misura del Piano di Stimolo di Obama. Tuttavia, se l'UE non riesce a fare i conti con le sfide poste dalla crisi, potrebbe rivelarsi una seria minaccia per la futura stabilità dell'Unione europea, soprattutto con la possibilità che l'UE si disgreghi